EDITORIA: SNAG-CONFCOMMERCIO, IN 2012 CHIUSE 5 EDICOLE AL GIORNO

Condividi

(AGI) – Roma, 6 feb. – “Con questa agitazione vogliamo ricordare a tutti quanto le edicole siano importanti per garantire il diritto all’informazione sancito dalla nostra Costituzione”. Lo afferma il presidente di Snag-Confcommercio, Armando Abbiati, in merito alla proclamazione dei tre giorni di chiusura delle edicole per il 24, 25 e 26 febbraio su tutto il territorio nazionale. “Nel solo 2012 hanno chiuso in media 5 edicole ogni giorno, piu’ di 4.000 posti di lavoro persi”.”Questo – aggiunge – non e’ e non deve rimanere soltanto un problema delle famiglie che facevano dell’edicola il loro unico mezzo di sostentamento ma dell’opinione pubblica e di tutta la filiera dell’informazione a partire dai giornalisti che, come gli edicolanti, stanno scontando a caro prezzo la mancanza di idee e di innovazione da parte degli editori per rilanciare il settore. Dall’altra parte – conclude Abbiati – abbiamo bisogno di regole certe e di una reale azione di Governo per ricostituire un sistema di diritti e di equita’ intorno all’informazione”.