Telecom I.: in 2013 stima ricavi stabili rispetto a 2012

Condividi

MILANO (MF-DJ)–Il Cda di Telecom Italia ha approvato l’aggiornamento del Piano 2013-2015 del Gruppo che prevede per il corrente anno ricavi stabili rispetto al 2012. I risultati 2012, si legge in una nota, in linea con i main targets a suo tempo comunicati al mercato, confermano un’importante generazione di cassa affiancata da una rilevante riduzione del debito. Inoltre, per contribuire al finanziamento dei piani di sviluppo tecnologico nel mercato della telefonia fissa e mobile in Italia e nel mercato della telefonia mobile in Brasile (individuati come le tre aree chiave di crescita del Gruppo) si prevede per il triennio 2013-2015 di proseguire e accelerare il percorso di riduzione dei costi. Il piano triennale prevede, pertanto, un rafforzamento patrimoniale volto a supportare il piano di sviluppo tecnologico e nel contempo, a difendere la posizione patrimoniale del Gruppo. Il Cda ha pertanto approvato i seguenti interventi: L’avvio di un programma di emissioni fino a 3 miliardi di euro di titoli di debito subordinati “ibridi” nell’arco di un periodo di 18-24 mesi. La distribuzione di un monte dividendi di circa 450 milioni di euro all’anno per il periodo di valenza del Piano. Gli obiettivi di Gruppo al 2013 prevedono ricavi stabili anno su anno, una riduzione percentuale dell’Ebitda “low-single digit” e una posizione finanziaria netta rettificata inferiore a 27 miliardi di euro. Per il 2015 stima ricavi ed Ebitda in crescita media annua (CAGR) “low-single digit”, investimenti industriali cumulati a circa 16 miliardi di euro in tre anni e un rapporto Posizione Finanziaria Netta rettificata su Ebitda Reported inferiore a 2 volte nel 2015.