Cinema/ Nastro d’argento alla carriera per 90 anni di Zeffirelli

Condividi

Roma, 12 feb. (TMNews) – Un Nastro d’argento alla carriera per Franco Zeffirelli: è il regalo speciale che i giornalisti cinematografici gli hanno dedicato nel giorno del suo 90esimo compleanno. Il regista, amato in tutto il mondo per il suo impegno nel cinema, nel teatro, nella lirica, nell’arte e nella televisione, è nato a Firenze il 12 febbraio del 1923, e ha iniziato la sua grande carriera come scenografo, a teatro, accanto a Luchino Visconti. Allievo di Visconti anche come aiuto regista (“La terra trema” e “Senso”), ha debuttato alla regia nel 1957, diventando presto il maestro del grande cinema shakespeariano con “La bisbetica domata” del 1967 e “Romeo e Giulietta” del 1968. Tra i suoi titoli più apprezzati ci sono “Fratello Sole e Sorella Luna” del 1971, la trasposizione televisiva della vita di Cristo in “Gesù di Nazareth” del 1976. Dopo aver girato a Hollywood “Il campione” (1979) e “Amore senza fine” (1981), con “La Traviata” (premio Bafta per i migliori costumi e la miglior scenografia) è tornato al suo stile, firmando poi, tra un’opera e uno spettacolo teatrale, “Il giovane Toscanini”, “Amleto”, “Storia di una capinera” e “Jane Eyre”.
Alla fine degli anni Novanta ha lavorato con cinque grandi interpreti, Cher, Judy Dench, Joan Plowright, Maggie Smith, Lily Tomlin, nel film autobiografico “Un tè con Mussolini”. E nel 2002 ha girato “Callas forever” con Fanny Ardant nei panni della Callas, sua grande amica. Con il premio speciale, il Sindacato nazionale giornalisti cinematografici (Sngci) vuole ringraziare Zeffirelli per il suo grande cinema, dedicandogli il Nastro alla carriera “per una vita dedicata, con autentica passione, al cinema e alla cultura italiana nel mondo”.