SANREMO: CNU, BENE GESTIONE TELEVOTO MA SERVONO ALCUNE CORREZIONI

Condividi
ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio nazionale degli utenti valuta positivamente la gestione del televoto durante la prima serata del festival di Sanremo e la piena collaborazione e trasparenza offerta dalla Rai ieri sera al proprio delegato per il controllo sulla regolarita’ del televoto (ex art. 4 comma 4 allegato A delibera Agcom 38/11/Cons), avv. Marco Ramadori. Gli obblighi informativi previsti dalla normativa vigente sono stati correttamente forniti dalla Rai ai telespettatori. “Non sono stati pero’ indicati, come rilevato anche dalla rappresentante dell’ Agcom che pure presenzia alle operazioni di televoto – prosegue la nota – l’indirizzo email e il numero telefonico a cui i telespettatori possono rivolgersi “per segnalazioni e richieste di informazioni” sul televoto. E’ stato infatti correttamente indicato dalla Rai il sito internet sul quale e’ possibile trovare il regolamento del festival e del televoto, ma cio’ purtroppo non puo’ essere sufficiente considerando che larghe zone dell’Italia non sono ancora state raggiunte dalla banda larga, e che comunque una grande fetta del pubblico di Sanremo, si pensi innanzitutto agli anziani, non e’ in grado di consultare un sito internet, ma ha comunque il pieno diritto di ricevere un’informazione completa sul televoto”. Il Cnu chiede inoltre alla Rai che “le scritte in sovrimpressione, indicanti i costi del televoto e le altre informazioni, abbiano un maggiore tempo di esposizione e maggiore dimensione dei caratteri, considerando il disposto dell’art. 7 comma 3 dell’Allegato sopra citato, che chiede che tali scritte abbiano “un tempo di esposizione sufficiente alla lettura dell’intera informazione e caratteri di dimensione e colore idonei a una lettura a distanza”. E soprattutto considerando la difficolta’ di lettura di scritte in sovrimpressione di una vastissima porzione di pubblico anziano e comunque dei soggetti ipovedenti, per la tutela dei diritti dei quali, anche come utenti televisivi (riconosciuti anche dal contratto di servizio rai), il Cnu ha in corso un tavolo permanente di confronto con le Associazione di persone con disabilita’”. Il Cnu auspica che “la Rai adegui pienamente la propria comunicazione a quanto sopra richiesto sin dalla seconda serata di oggi mercoledi’, nell’ottica di piena trasparenza e collaborazione con il Cnu gia’ mostrata nel corso della prima serata, a tutela dei diritti dei telespettatori di Sanremo e degli utenti tutti del televoto”.