SANREMO: CODACONS BOCCIA TELEVOTO, NON PREMIA LA CANZONE

Condividi

(AGI) – Sanremo, 15 feb. – “La classifica provvisoria dei cantanti in gara a Sanremo, dimostra senza piu’ alcun dubbio come il televoto non sia un sistema equo e corretto, e non garantisca uguale trattamento agli artisti che gareggiano per vincere il Festival, in quanto viene dato piu’ peso al personaggio che alla canzone”. Lo denuncia il Codacons, che stamani a Sanremo ha presentato un esposto, per violazione della par condicio, contro la Rai, Fabio Fazio e Maurizio Crozza. “Tra i primi quattro posti della classifica provvisoria – spiegano i rappresentanti dell’associazione a margine della presentazione dell’esposto – compaiono infatti 3 cantanti che hanno partecipato di recente a talent show televisivi”. “Cio’ rappresenta la prova che il televoto, come da sempre sostenuto dal Codacons, viene utilizzato quasi esclusivamente da quel bacino di utenza proprio dei talent show, ossia giovani e giovanissimi, che vota i personaggi televisivi e non le canzoni. A tutto discapito di quegli artisti che non possono contare sulla visibilita’ mediatica garantita dalle trasmissioni televisive”. Il Codacons ritiene che la Rai debba dire definitivamente addio al televoto e reintrodurre l’unico sistema di voto “realmente valido, equilibrato e democratico”, ovvero la giuria demoscopica, ritenuta in grado di rappresentare tutti i cittadini e i consumatori di musica e non solo quelli che seguono i talent show.