Tlc/ Avviso Ue contro Italia: Su scorporo ‘servizi ancillari’

Condividi

Bruxelles, 21 feb. (TMNews) – La Commissione europea ha inviato contro l’Italia, un ‘parere motivato’ secondo stadio della procedura d’infrazione comunitaria, contestando la recente legge nazionale che ha imposto lo scorporo (unbundling) dei cosidetti ‘servizi ancillari’ (come manutenzione e attivazione delle linee) dall’offerta all’ingrosso da parte dell’operatore storico Telecom Italia. Secondo la Commissione, il tentativo operato dalla legge di operare direttamente i servizi ancillari offerti dall’operatore ‘incumbent’ prefigura uno svuotamento del ruolo discrezionale che dovrebbe avere in questo campo l’autorità  di regolamentazione del settore Agcom. L’Italia ha due mesi per rispondere ai rilievi dell’Esecutivo comunitario, se e se la risposta non sarà  considerata soddisfacente o non verrà  modificata la legislazione, Bruxelles minaccia un ricorso alla Corte europea di giustizia.