Comunicare il Papa

Condividi

“Noi ci occupiamo di diffonderere i discorsi del pontefice, le sue immagini e i suoi viaggi. Nulla di più”, racconta monsignor Dario Edoardo Viganò, appena nominato direttore del Centro televisivo vaticano, con la missione di proseguire nell’innovazione tecnologica per raggiungere e servire meglio le Chiese sparse nel mondo.

Per potenziare la diffusione del messaggio del Papa nel mondo, il Centro televisivo vaticano, noto come Ctv, esce dalla gestione di padre Federico Lombardi, che resta alla guida della Sala stampa della Santa Sede e della Radio Vaticana, e viene affidato a monsignor Dario Edoardo Viganò. 51 anni, nato a Rio de Janeiro, con un sito Internet (Darioedoardovigano.it) aggiornatissimo, presidente della Fondazione Ente dello spettacolo, direttore della Rivista del Cinematografo, il sacerdote ambrosiano è un appassionato esperto di cinema e comunicazione (‘Il Vaticano II e la comunicazione. Una rinnovata storia fra Vangelo e società ‘ è il suo ultimo libro, edito dalle Edizioni Paoline) e, oltre a essere ordinario presso la Pontificia università  lateranense, insegna linguaggi e mercati dell’audiovisivo alla Luiss, e quindi gode nel settore di ampie relazioni che metterà  a frutto, come sottolinea in questa intervista a Prima, nel suo nuovo lavoro.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 436 – Febbraio 2013