TLC: BERNABE’, SERVONO REGOLE LIGHT E MENO TASSE

Condividi

ECO:TLC
2013-02-25 11:39
TLC: BERNABE’, SERVONO REGOLE LIGHT E MENO TASSE
BARCELLONA
(ANSA) – BARCELLONA, 25 FEB – Le tlc non sono più quell’industria ad alto rendimento di qualche anno fa e in Europa ci sono troppi operatori: per competere il presidente del Gsma e Telecom Italia, Franco Bernabé, chiede un “approccio più light” dei regolatori e meno tasse ai Governi. “In Europa una dura regolamentazione ha portato alla creazione di 190 operatori mobili e 710 operatori mobili virtuali. Gli operatori mobili e molti mercati stanno soffrendo per la troppa competizione” sottolinea nel suo discorso inaugurale al Mobile World Congress di Barcellona Franco Bernabé . “Il sistema regolatorio e la tassazione oggi è ancora basata sull’idea che la telefonia mobile sia un’industria di lusso con crescenti alti margini ma le cose sono drammaticamente cambiate in questi anni e questo non è più vero. L’industria mobile è gravata da un sistema regolatorio e di tassazione antiquato mentre combatte per competere in un ecosistema sempre più sfidante”. “I regolatori – aggiunge – devono adottare un approccio più lieve, le autorità  antitrust dovrebbero permette all’industria di riorganizzarsi e i governi dovrebbero evitare di gravare eccessivamente le tlc con specifiche tasse”.(ANSA).
BF/PA6 S0A QBXB