YAHOO: MAYER RICHIAMA TUTTI IN UFFICIO, ‘PER NOI E’ UN BENE’

Condividi

SOCIETA’ INTERVIENE DOPO GIORNI CRITICHE SU STOP LAVORO DA CASA

(ANSA) – NEW YORK, 27 FEB – Va bene per Yahoo! e questo è l’importante. Sunnyvale risponde alle critiche sulla decisione dell’amministratore delegato Marissa Mayer di richiamare tutti in ufficio, dicendo basta da giugno ai contratti che prevedono il lavoro da casa. Un’iniziativa, annunciata nei giorni scorsi, che ha aperto un ampio dibattito, con molte voci contrarie. “E’ quello che va bene per Yahoo!”, afferma un portavoce della società  rigettando le critiche, come a dire che non tutte le aziende possono avere la stessa cultura. Il dibattito che ha spaccato l’opinione pubblica si basa su alcuni studi e sulla possibilità  che Yahoo! possa perdere dipendenti importanti e incontrare difficoltà  nell’assumere nuovi talenti in seguito alla decisione. Secondo alcuni studi, infatti, chi lavora da casa lavora di più e quindi Yahoo! potrebbe risentirne in termini di calo della produttività . Oltre a posizionarsi potenzialmente in una situazione di svantaggio rispetto alle rivali, quali Google, dove il lavoro da casa – se accordato – resta accettato. La società  di consulenza Telework Research Network stima che il 2,5% dei lavoratori americani considera ufficio la propria. Si tratta di una percentuale bassa ma in crescita del 66% fra il 2005 e il 2010. L’email inviata ai dipendenti dal responsabile delle risorse umane di Yahoo! giorni fa che “la velocità  e la qualità  sono spesso penalizzate quando si lavora a distanza. Dobbiamo essere un’unica Yahoo! e farlo stando fisicamente insieme. Alcune delle migliori decisioni si prendono in corridoio, discutendo al bar, incontrando nuove persone”.(ANSA).