Rcs e Cdr del ‘Corriere della Sera’ trattano sul piano di riorganizzazione e di rilancio

Condividi

Tra Rcs e Cdr del ‘Corriere della Sera’ è iniziata la trattativa sul piano di riorganizzazione e di rilancio del gruppo. Le premesse indicano conseguenze occupazionali meno pesanti per la redazione del quotidiano nella definizione del progetto finale di riorganizzazione dell’azienda.  Lo si evince dal comunicato congiunto del comitato di redazione del Corriere e della direzione aziendale di Rcs Divisione Quotidiani guidata dall’amministratore delegato, Pietro Scott Jovane.
Emesso al termine della riunione di mercoledì 27 febbraio, il comunicato parla dell’apertura di “un negoziato, escludendo nel frattempo atti unilaterali” e specifica che “tale negoziato dovrà  tenere strettamente insieme gli obiettivi di aumentare i ricavi editoriali di concerto con la direzione di testata e di razionalizzare il sistema generale dei costi e quindi non solo il costo del lavoro, come da accordo del 6.12.2012”. Inoltre, si prevede di “procedere a una prima verifica del negoziato con l’amministratore delegato entro un mese, “quando saranno rese disponibili le prime evidenze di bilancio, come previsto sempre dall’accordo del 6 dicembre”