I primi dati dell’Osservatorio sulla pubblicità  dell’Agcom

Condividi

Il settore della comunicazione sta attraversando un periodo particolarmente delicato caratterizzato da un consistente declino, a partire dal 2009, dei ricavi complessivi derivanti sia dalla vendita di spazi pubblicitari sui mezzi di comunicazione (ossia above the line), sia dagli introiti realizzati attraverso le attività  di marketing di relazione (o below the line). Ad entrare nel merito della situazione è l’Osservatorio sulla pubblicità  dell’Agcom, una nuova iniziativa finalizzata a monitorare l’evoluzione del comparto pubblicitario, le dinamiche di mercato e le tendenze.

In particolare, dall’indagine emerge come il comparto editoriale evidenzi una crisi strutturale aggravata dalla situazione economico-finanziaria del Paese. La pubblicità  sui quotidiani ha perso circa un quarto del proprio valore nel periodo in esame (2005-2011). Anche se il dato 2010 è determinato da una parziale ri-attribuzione dei ricavi dai quotidiani ai periodici, l’andamento del mercato appare dovuto ad una declinante fase del ciclo di vita del prodotto cartaceo. Evidenza confermata dal dato congiunto di quotidiani e periodici, che in sei anni presentano una contrazione di un quinto dei ricavi pubblicitari totali.

In allegato la prima edizione dell’Osservatorio sulla pubblicità , pubblicata sul sito dell’Agcom il 12 febbraio 2013.

– Osservatorio sulla pubblicità , prima edizione (.pdf)