Cinema: Anec, e’ provata la sicurezza degli occhiali 3D

Condividi

(ASCA) – Roma, 28 feb – In merito ad alcune notizie stampa diffuse oggi secondo le quali la Procura di Roma ha aperto un’indagine sugli occhiali 3D utilizzati nelle sale cinematografiche, l’Anec, associazione nazionale esercenti cinema, precisa che una sentenza del Tar del Lazio del 2012 ha abbassato il limite di eta’ consigliabile per l’utilizzo degli occhiali 3D da sei a tre anni, annullando sul punto la circolare del Ministero della Salute che sconsigliava l’utilizzo degli occhiali 3D ai minori di 6 anni. Contestualmente il Tar del Lazio ha respinto il ricorso proposto da un’associazione di consumatori che mirava ad elevare detto limite e ad imporre l’uso dei soli occhialini monouso. L’Anec ricorda inoltre che, gia’ all’indomani della circolare del Ministero della Salute, la Societa’ Oftalmologica Italiana aveva precisato come gli occhiali 3D non provocassero alcun danno all’apparato visivo.