Australia/ Arrestato a Sydney hacker del gruppo LulzSec

Condividi

Il gruppo aveva rivendicato attacco a siti Sony, Fbi e Cia
Sidney, 24 apr. (TMNews) – Un hacker appartenente a un gruppo di pirati informatici, LulzSec, è stato arrestato in Australia e accusato dell’attacco a un sito governativo all’inizio di questo mese. Conosciuto sulla rete con lo pseudonimo “ozshock”, l’informatico, 24 anni, è stato arrestato nel suo ufficio a 75 chilometri da Sydney. Noto anche ai servizi di polizia stranieri, il presunto hacker sarebbe uno dei capi del gruppo Lulz Security (Lulzsec), gruppo che aveva rivendicato gli attacchi contro i siti della Sony, di Nintendo, dell’Fbi e della Cia. L’informatico rischia fino a 12 anni di carcere. Liberato su cauzione sarà  processato a maggio.