Telecom I.: mina vagante degli avviamenti nei conti

Condividi

ROMA (MF-DJ)–Il goodwill resta una mina vagante nei conti di Telecom Italia. Dopo i 7,3 miliardi di write-off del 2011, lo scorso anno il gruppo ha effettuato ulteriori svalutazioni di avviamenti per 4,3 miliardi, che sarebbero state molto piu’ ampie se si fosse ampliato l’orizzonte temporale del test. Lo scrive il Sole 24 Ore, sottolineando che nel giro di un anno e mezzo rischiano di andare in fumo i 6 miliardi di riserve residue, alle quali Telecom ha attinto finora per continuare a pagare i dividendi. In bilancio sono rimasti ancora 32,17 miliardi di avviamenti, quasi tutti eredita’ delle fusioni Olivetti-Telecom e Telecom-Tim. Su richiesta della Consob, la societa’ ha spiegato che il grosso dell’impairment, che ha mandato in rosso i conti del 2012, 4 miliardi, e’ relativo al mercato domestico e “legato prevalentemente agli effetti del peggioramento dello scenario congiunturale, nonche’ al contesto di mercato caratterizzato da forti dinamiche competitive e di riduzione delle tariffe”. Telecom aggiunge che se il trend negativo proseguisse questi elementi di incertezza “sarebbero potenzialmente suscettibili di determinare in futuro analoghi effetti svalutativi”.