Premio Ischia per il giornalismo

Lydia Cacho Ribeiro, Francesco Guerrera, in rappresentanza dell’informazione internazionale, e  Lilli Gruber, Emanuela Audisio, Franca Giansoldati, Alessandro Di Meo, Isabella Bufacchi, Vincenzo Mollica e Luciano Onder per quella nostrana,  sono i vincitori della 34esima edizione del Premio Ischia internazionale di giornalismo.
Vera protagonista  dell’evento è stata la giornalista free lance messicana  Lydia Ribeiro Cacho, a cui è stato assegnato il Premio Ischia per i diritti umani. Autrice del libro ‘Demoni dell’Eden’, Lydia Ribeiro Cacho per le sue inchieste all’insegna della lotta allo sfruttamento minorile e alla pedopornografia  ha subito carcere e torture in Messico, ma dopo sette anni è stata assolta riuscendo a far condannare un potente uomo di affari messicano  a oltre un secolo di carcere.
Francesco Guerrera, vincitore del Premio Ischia Internazionale, è attualmente capo redattore del Wall Street Journal.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gubitosi (Tim): lo spostamento del calcio dal satellite alla fibra velocizzerà il passaggio del clienti sulla Rete

Gubitosi (Tim): lo spostamento del calcio dal satellite alla fibra velocizzerà il passaggio del clienti sulla Rete

Minacce a Mattarella. Il prof Gervasoni indagato per vilipendio: è legittima critica; i social erano spazio di libertà, ora deriva liberticida

Minacce a Mattarella. Il prof Gervasoni indagato per vilipendio: è legittima critica; i social erano spazio di libertà, ora deriva liberticida

Il Parlamento Ue studia nuove norme anti Slapp, le azioni legali “bavaglio”: Importante rafforzare libertà dei media

Il Parlamento Ue studia nuove norme anti Slapp, le azioni legali “bavaglio”: Importante rafforzare libertà dei media