Biblioteche: cala la spesa media per l’acquisto di libri

(ANSA) Già ridotta, scende ulteriormente la spesa media per acquisto di libri delle biblioteche pubbliche degli enti territoriali italiani. Nel 2012 è stata di 7.850 euro per biblioteca, complessivamente di circa 30 milioni, e le regioni che hanno investito di più sono state il Lazio con 21.280 euro e il Trentino Alto Adige con 19.428 euro. Mentre la spesa media stimata nel 2013 è di 6.138 di euro per biblioteca, complessivamente di 23 milioni, e l’investimento crollerà nel Lazio dove scenderà a 4.546 euro. Previsto invece un aumento in Trentino Alto Adige dove sarà di 27.827 euro. E’ uno dei dati più significativi della prima indagine statistica sulle biblioteche pubbliche degli enti territoriali italiani da cui emerge una rappresentazione uniforme e comparabile a livello nazionale. Promossa dal Centro per il Libro e la Lettura e dall’Associazione italiana Biblioteche, in collaborazione con Anci e Istat, l’indagine presentata oggi alla presenza dell’assessore alla Cultura del Comune di Roma, Flavia Barca, ha individuato 6.890 biblioteche. Svolta esclusivamente on line attraverso un questionario è stata realizzata su 4.658 biblioteche dotate di recapito e-mail fra quelle individuate delle quali hanno risposto 3.800. Questo significa che il 32% non ha attivo un servizio mail. “Dobbiamo ripartire dall’uso delle biblioteche e il tema della lettura è fondamentale. La scuola ha delle responsabilità drammatiche. Spero che progetti e indagini come questa vadano avanti” ha detto l’assessore Barca. (ANSA, 11 luglio 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”