Mediaset risponde a Grillo: Abbiamo tutti i titoli per trasmettere

In un comunicato stampa diffuso ieri sera, il gruppo Mediaset risponde alle dichiarazioni fatte dall’esponente del Movimento 5 Stelle in relazione alla vicenza dei Diritti Tv:  “In merito a dichiarazioni odierne del senatore Michele Giarrusso (M5S), Mediaset precisa che l’istituto della ‘concessione’ nel settore televisivo non esiste più dal luglio 2012, data in cui tutto il sistema ha abbandonato la tecnica analogica ed è passato alla tecnica digitale.

Le trasmissioni digitali hanno luogo in base ad ‘autorizzazione generale’ e ai ‘diritti d’uso’ sulle radiofrequenze, secondo la normativa europea che ha vietato il rilascio di titoli individuali – quali le ‘concessioni’ – nel settore delle comunicazioni elettroniche come la tv o le telecomunicazioni.

Il gruppo Mediaset possiede sia l”autorizzazione generale’ accordata nel 2008 quale operatore di rete, sia i ‘diritti d’uso’ sulle radiofrequenze rilasciati nel giugno 2012.

Cologno Monzese, 11 luglio 2013″

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cresce del 20% la spesa per contenuti digitali in Italia: traina il gaming, poi video, editoria e musica

Cresce del 20% la spesa per contenuti digitali in Italia: traina il gaming, poi video, editoria e musica

Ricavi tlc e media -7,1% nel primo semestre. Agcom: editoria settore più colpito (-19%); tv (-11%); tiene l’adv online

Ricavi tlc e media -7,1% nel primo semestre. Agcom: editoria settore più colpito (-19%); tv (-11%); tiene l’adv online

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery

I quotidiani quest’anno perdono un quarto delle copie e dal 2016 dimezzano le vendite. Agcom: Rai leader per share tv; cresce Discovery