Niccolini cede l’80% della Cucina Italiana a Condé Nast

Lapo Niccolini ha raggiunto un accordo con Condé Nast per la cessione dell’80% della Cucina italiana srl, la società in cui a inizio anno sono confluite tutte le attività a brand La Cucina italiana: l’omonimo mensile, le sue edizioni estere, i siti web e le altre attività digitali, la Scuola della Cucina italiana. Lo scorso febbraio l’editore della Quadratum aveva dichiarato a Prima di essere alla ricerca di un socio e di avere già contatti in corso: “Se troverò un partner capace di creare valore sul brand sarà il benvenuto. Il mio interesse è spingere ancora di più sulla crescita internazionale e sul digitale e magari entrare anche nella tivù”, aveva detto Niccolini. Progetti che, soprattutto in campo internazionale, potranno essere realizzati in un momento favorevole per il food italiano di qualità ormai entrato a pieno titolo tra i comparti trainanti del made in Italy.

Lapo Niccolini

Lapo Niccolini

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gubitosi (Tim): lo spostamento del calcio dal satellite alla fibra velocizzerà il passaggio del clienti sulla Rete

Gubitosi (Tim): lo spostamento del calcio dal satellite alla fibra velocizzerà il passaggio del clienti sulla Rete

Minacce a Mattarella. Il prof Gervasoni indagato per vilipendio: è legittima critica; i social erano spazio di libertà, ora deriva liberticida

Minacce a Mattarella. Il prof Gervasoni indagato per vilipendio: è legittima critica; i social erano spazio di libertà, ora deriva liberticida

Il Parlamento Ue studia nuove norme anti Slapp, le azioni legali “bavaglio”: Importante rafforzare libertà dei media

Il Parlamento Ue studia nuove norme anti Slapp, le azioni legali “bavaglio”: Importante rafforzare libertà dei media