Branded content: il nuovo studio Upa e Università Cattolica

Il 62,4% delle aziende italiane destina meno del 10% del budget di marketing al branded content e il 46,4% sottrae budget ad altre attività di comunicazione per destinarle al branded. Lo dice la nuova ricerca condotta dall’Upa e dal Branded Content Lab dell’Università Cattolica su un campione di oltre 200 manager di 170 aziende.

Dopo la prima pubblicazione, qualche mese fa, del libro ‘Branded content marketing’ del professor Roberto Paolo Nelli, il centro di ricerca milanese da lui guidato torna così a riflettere su questo innovativo modo di comunicare la marca e i suoi valori, caratterizzato da una forte azione attrattiva e da un’elevata capacità di coinvolgere il pubblico. In particolare l’indagine si è focalizzata sulle strategie di branded content marketing attuate dalle aziende italiane ed ha esplorato, oltre ai budget e agli investimenti, anche i format più adottati, le modalità di distribuzione dei contenuti e gli indicatori per la misurazione dell’efficacia.

– Sintesi della ricerca (.docx)

– Report integrale (.pdf)

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Ricavi tlc e media -7,1% nel primo semestre. Agcom: editoria settore più colpito (-19%); tv (-11%); tiene l’adv online

Ricavi tlc e media -7,1% nel primo semestre. Agcom: editoria settore più colpito (-19%); tv (-11%); tiene l’adv online

Nel 2023 la svolta per i giornali, con adv digital che superera quella su carta. PwC: con Covid ricavi in calo drastico per i media; ripresa in 5 anni

Nel 2023 la svolta per i giornali, con adv digital che superera quella su carta. PwC: con Covid ricavi in calo drastico per i media; ripresa in 5 anni

Pubblicità, raccolta online supera tv. Agcom: il 68% dei ricavi va all’1% dei player; publisher perdono peso rispetto a piattaforme

Pubblicità, raccolta online supera tv. Agcom: il 68% dei ricavi va all’1% dei player; publisher perdono peso rispetto a piattaforme