Banca Imi ha sottoscritto il 40,65% dell’inoptato di Rcs

(MF-DJ) Banca Imi (Intesa Sanpaolo) ha sottoscritto il 40,65% dell’inoptato dell’aumento di Rcs. E’ quanto si apprende da una fonte vicina al dossier. Le banche del consorzio di garanzia dell’aumento Rcs (B.Imi, Bnp Paribas, Banca Akros, Banca Aletti&C., Commerzbank, Mediobanca, Ubi B. e Credit Suisse), hanno sottoscritto 14.731.359 azioni (per un controvalore complessivo di 18.193.228,37 euro) pari al 4,68% delle azioni di nuova emissione. 

Bnp ha sottoscritto il 16,26% dell’inoptato, Ubi B. il 13,55%, Commerzbank il 10,84%, Mediobanca il 6,775%, B.Akros e Aletti il 5,42% ciascuno mentre Credit Suisse l’1,084%. (22 luglio 2013, Mf-Dj)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 AUDIWEB WEEK 14-20 settembre. I femminili tra i brand che crescono di più; Leggo e Il Giornale tra i quotidiani

TOP 100 AUDIWEB WEEK 14-20 settembre. I femminili tra i brand che crescono di più; Leggo e Il Giornale tra i quotidiani

Sadoun ai dipendenti Publicis: “Torneremo in ufficio. Dallo smart working, abbiamo imparato tutto quello che c’era da imparare…”

Sadoun ai dipendenti Publicis: “Torneremo in ufficio. Dallo smart working, abbiamo imparato tutto quello che c’era da imparare…”

Comunicazione d’impresa strategica in tempi Coronavirus. Incletolli (Ascai): è vaccino “umano” contro epidemia

Comunicazione d’impresa strategica in tempi Coronavirus. Incletolli (Ascai): è vaccino “umano” contro epidemia