Hacker siriani vicini ad Assad bloccano il sito del New York Times. Problemi anche per account Twitter

(TMNews)  Pirati informatici vicini al regime di Bashar al Assad hanno annunciato di aver preso di mira i siti internet dei principali media statunitensi, bloccando per circa mezzora il New York Times.

Il cosiddetto “Esercito elettronico siriano” ha comunicato di aver piratato portali appartenenti a Twitter e all’Huffington Post, rendendoli instabili, oltre a bloccare il New York Times.
L’autorevole quotidiano statunitense ha attribuito i problemi informatici “a un attacco esterno “.

Quando gli internauti hanno cercato di collegarsi a www.nytimes.com, l’unico messaggio che appariva era “Hacked by the SEA” (Piratato dal Sea). Anche il portavoce di Twitter Jim Prosser ha confermato che i tecnici del social network stavano “esaminando le voci” di un attacco informatico dal Sea.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cdp scommette sul turismo. Nasce un fondo per sostegno e rilancio del settore con investimenti fino a 2 miliardi

Cdp scommette sul turismo. Nasce un fondo per sostegno e rilancio del settore con investimenti fino a 2 miliardi

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast