Il giornalista Barrett Brown rischia 100 anni di carcere per aver pubblicato un link

Dopo la vicenda Snowden, il Guardian si guadagna ancora l’attenzione del governo degli Stati Uniti. È un suo collaboratore, Barrett Brown che domani verrà processato a Dallas (Texas) per aver mostrato documenti relativi alla sorveglianza online. Rischia fino a 100 anni di reclusione. Lo racconta Ed Pilkington sul quotidiano britannico.

Dopo la condanna a 35 anni Manning, la principale fonte dell’affaire Wikileaks, c’è molta attenzione sui processi ai giornalisti d’inchiesta.

Il caso di Brown è molto controverso perché, racconta Ed Pilkington, il giornalista non è indagato per aver pubblicato un articolo, ma per aver mostrato un link in una chat. Quel link riporta a un documento con milioni di email della compagnia di private intelligence Stratfor e pubblicato dal collettivo di hacker Anonymous.

Per leggere la vicenda nei dettagli rimandiamo all’articolo sul Guardian.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Repubblica rivoluziona il lavoro in redazione. Dal 10 maggio spostato la mattina l’asse del giornale. Stop a “pigri automatismi”

Repubblica rivoluziona il lavoro in redazione. Dal 10 maggio spostato la mattina l’asse del giornale. Stop a “pigri automatismi”

Superlega. Accordo tra Uefa e 9 club per il reintegro. Juve, Real Madrid e Barça deferiti. Ceferin: club hanno riconosciuto loro colpa

Superlega. Accordo tra Uefa e 9 club per il reintegro. Juve, Real Madrid e Barça deferiti. Ceferin: club hanno riconosciuto loro colpa

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm