Privacy, anonimato e sicurezza online. Che cosa ne pensano gli utenti internet

Da un documento del PewResearch Center pubblicato il 5 settembre 2013 emerge che l’86% degli internauti ha fatto qualcosa per rimuovere o mascherare la proprie tracce durante la navigazione: contromisure che vanno dalla cifratura delle email alla rimozione dei cookie. Il 55% invece ha preso misure specifiche per evitare la sorveglianza da parte di persone, organizzazioni o governi.

Il sondaggio si basa su un campione rappersentativo di 792 persone e, in parte, spiega le ragioni del desiderio di anonimato.

Al 21% degli utenti intervistati è stato rubato l’account email o di un social network; Al 12% è stato vittima di stalking, all’11% è stata sottratta la carta di credito, al 6% è stato sottratto denaro e il 4% degli intervistati si sono sentiti in pericolo per qualcosa successo online.

Lee Raine, direttore del Pew Research Center’s Internet Project, precisa che: “gli utenti vogliono poter essere anonimi, ma sono consapevoli del fatto che ciò non è possibile. E ne sono preoccupati.

Qui è possibile scaricare il documento: PewResearchCenter AnonymityOnline

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai Com e Titanus  insieme per la digitalizzazione e distribuzione di 400 film

Rai Com e Titanus insieme per la digitalizzazione e distribuzione di 400 film

Sky aprirà dei punti vendita in Uk. Il via da Liverpool

Sky aprirà dei punti vendita in Uk. Il via da Liverpool

Usa 2020, per la prima volta nella sua storia anche Usa Today si schiera e appoggia Joe Biden

Usa 2020, per la prima volta nella sua storia anche Usa Today si schiera e appoggia Joe Biden