Il Giornale condannato per aver diffamato Soru. Risarcimento da 60 mila euro

(ANSA) L’ex governatore della Sardegna, Renato Soru, riceverà un risarcimento danni di 60 mila euro per una serie di articoli pubblicati dal quotidiano “Il Giornale” e ritenuti diffamatori. Lo ha deciso il giudice Laura Massari della prima Sezione civile del Tribunale di Milano e uno stralcio della sentenza, di primo grado, deve esser pubblicata oltre che nel giornale milanese e sul Giornale On Line anche sui quotidiani isolani L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna. Chiamati in causa dall’ex presidente della Regione, nonché fondatore del provider Tiscali, sono stati l’ex direttore Mario Giordano, la Società Europea di Edizioni Spa, il Giornale on line Srl e alcuni giornalisti. Il giudice ha ritenuto diffamatori cinque articoli pubblicati fra il dicembre 2008 ed il gennaio 2009. In particolare l’ex governatore aveva contestato gli articoli “Soru si ricandida in Sardegna dopo averla bloccata per 4 anni” (dell’8 dicembre), “La Sardegna dei favori – Quanti dipendenti Tiscali assunti dalla Regione” (23 gennaio), “Così Soru per combattere i ricchi mette ko il turismo in Sardegna” (29 gennaio), “Tutti gli “aiutini” di Soru ai costruttori amici” (2 febbraio) e “Tiscali in crisi – Toh , il signor Soru licenzia 250 lavoratori” del 22 gennaio. La sentenza di primo grado è stata depositata il 20 agosto scorso.

10 settembre 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il New York Times online compie 25 anni. L’edizione digitale del quotidiano fu lanciata il 22 gennaio 1996

Il New York Times online compie 25 anni. L’edizione digitale del quotidiano fu lanciata il 22 gennaio 1996

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL 2020 e post più popolari. Che tempo che fa domina l’anno, inseguono Amici, GF e Iene

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL 2020 e post più popolari. Che tempo che fa domina l’anno, inseguono Amici, GF e Iene

UE, Von der Leyen: il potere dei big digitali va limitato democraticamente; libertà d’espressione regolata dalla legge non da manager

UE, Von der Leyen: il potere dei big digitali va limitato democraticamente; libertà d’espressione regolata dalla legge non da manager