Cambi di vertice in Sky: Revelli e Uboldi prendono il posto di Agostinelli che va alla pay tv indiana

Sky Italia annuncia che a partire dal 23 settembre Paolo Agostinelli, attuale vice president partner channels, ppv & vod, ricoprirà l’incarico di chief programming and business strategy officer di Tata Sky, a diretto riporto del ceo Harit Nagpal. Tata Sky è la piattaforma pay tv satellitare leader sul mercato indiano.

Il nuovo incarico di Agostinelli porta nuove nomine all’interno della direzione programming di Sky Italia: Luca Revelli assumerà la guida dei rapporti con i canali partner, oltre a rimanere a capo delle digital activities & special projects, e Giovanni Uboldi avrà la responsabilità dell’offerta Pay per View e Video on Demand. Entrambi riporteranno ad Andrea Scrosati, executive vice president programming.

Andrea Zappia, amministratore delegato di Sky Italia, ha commentato: “Sono lieto per l’importante opportunità professionale di Paolo e desidero ringraziarlo per lo straordinario contributo offerto alla crescita di Sky. Questa nomina mi rende particolarmente orgoglioso perché è la dimostrazione che in Italia siamo in grado di far crescere talenti capaci di ricoprire i ruoli più ambiti e prestigiosi anche negli altri Paesi ed interpreta l’enorme valore generato dall’appartenenza a un Gruppo di successo internazionale come 21st Century Fox.  Sono certo, inoltre, che Luca Revelli e Giovanni Uboldi sapranno portare avanti l’ottimo lavoro svolto in questi anni con Paolo continuando a rafforzare la nostra offerta e ad accrescere la soddisfazione dei nostri abbonati”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Referendum, richiamo di Agcom a Rai, Sky, La7: subito riequilibrio tra le posizioni

Referendum, richiamo di Agcom a Rai, Sky, La7: subito riequilibrio tra le posizioni

Da domenica in America stop a TikTok e We Chat: la Cina usa app per minacciare la sicurezza nazionale

Da domenica in America stop a TikTok e We Chat: la Cina usa app per minacciare la sicurezza nazionale

In Italia uno dei tre supercomputer europei. Un miliardo di miliardi di operazioni al secondo

In Italia uno dei tre supercomputer europei. Un miliardo di miliardi di operazioni al secondo