La realtà aumentata applicata allo sport. Blue ci prova con il baseball e Google Glass

Per ora Google Glass è più un concetto che qualcosa di reale. Se ne parla spesso per dare un’idea di come cambierà il mondo quando le informazioni appariranno davanti ai nostri occhi e non dovremo neppure andarle a cercare.

Eppure la maggior parte delle demo viste finora sono grottesche: gente che indossa un brutto paio d’occhiali impegnata a fotografare e registra video a tutto spiano qualunque cosa, è il commento Tyler Hayes sul sito di Fast Company.

Forse ora è uscito qualcosa che davvero mostra le potenzialità dei Glass. Si chiama Blue e si attiva durante le partite di baseball. L’obiettivo è fondere il meglio dell’esperienza dello stadio con la quantità d’informazioni disponibili in tv: dati grezzi, statistiche, velocità di tiro ecc. Blue, rispetto all’esperienza televisiva, tutto ciò è interattivo e le informazioni sui singoli giocatori possono essere richieste a piacimento: è la realtà aumentata, ed ecco un video di come funziona:

Connettere molti utenti, collezionare dati grezzi e convertirli in qualcosa che abbia significato nel mondo circostante e in modo semplice Ecco a cosa serviranno i Google Glass, se avranno successo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Perchè Da Grande ha fatto flop? Italia-Slovenia è stato il vero programma per cattelaniani

Perchè Da Grande ha fatto flop? Italia-Slovenia è stato il vero programma per cattelaniani

Nasce European Digital Media Observatory, osservatorio Ue contro le fake news

Nasce European Digital Media Observatory, osservatorio Ue contro le fake news

‘The Crown’, ‘Ted Lasso’ e ‘La Regina degli scacchi’ trionfano agli Emmy Awards

‘The Crown’, ‘Ted Lasso’ e ‘La Regina degli scacchi’ trionfano agli Emmy Awards