Bild on line, il numero di lettori rimane stabile anche con i contenuti a pagamento

I lettori della versione on line della Bild, il quotidiano più venduto in Germania, non sono scoraggiati dalla recente introduzione di alcuni contenuti a pagamento e le visite al sito sono rimaste stabili anche dopo l’introduzione dell’importante novità. 

Lo afferma un articolo dell’Irish Times, che dà conto  dei risultati dell’editore tedesco Axel Springer dopo l’adozione della formula freemium nel sito Bild.de: contenuti a pagamento (interviste e foto) insieme a contenuti gratuiti. L’anno scorso Springer aveva utilizzato la formula freemium nel quotidiano Die Welt, seguendo l’esempio di altri giornali esteri come il Financial Times, Wall Street Journal e Times. I risultati gli hanno dato ragione: il sito di Die Welt ha raggiunto i 47.000 abbonati (la versione cartacea lo scorso anno aveva una diffusione di 2,7 milioni di copie in media al giorno). Anche l’esperimento sulla Bild sembra funzionare, come ha confermato Mathias Doepfner, Chief Executive di Axel Springer Ag, sottolineando come gli sviluppi siano in linea con le aspettative, e soprattutto che il numero di visite al sito web non sono calate. Springer ha intenzione di sfruttare al meglio le opportunità nell’area digitale (la pubblicità on line in Germania è cresciuta del 3,3% nel 2012, arrivando a 720 milioni di euro), investendovi i 920 milioni di euro incassati  dalla cessione di alcuni quotidiani regionali, guide tv e magazine femminili. 

Axel Springer

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il New York Times online compie 25 anni. L’edizione digitale del quotidiano fu lanciata il 22 gennaio 1996

Il New York Times online compie 25 anni. L’edizione digitale del quotidiano fu lanciata il 22 gennaio 1996

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL 2020 e post più popolari. Che tempo che fa domina l’anno, inseguono Amici, GF e Iene

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL 2020 e post più popolari. Che tempo che fa domina l’anno, inseguono Amici, GF e Iene

UE, Von der Leyen: il potere dei big digitali va limitato democraticamente; libertà d’espressione regolata dalla legge non da manager

UE, Von der Leyen: il potere dei big digitali va limitato democraticamente; libertà d’espressione regolata dalla legge non da manager