Qual è la parte più vista di un sito web? Non la testata

Per la pubblicità online il vaso di Pandora è stato scoperchiato: gran parte dei banner non vengono visti. E così l’equazione tra pagine più viste e pagine più monetizzabili non torna più. Un nuovo studio di Chartbeat, commentato da Lucia Moses su Adweek il 18 settembre 2013, dimostra qualcosa di ancor più inatteso. Dall’analisi di 25 milioni di sessioni utente emerge che non è la testata di un sito la parte più vista, ma quella appena più sotto. Nella parte mediana (fold) della homepage gli utenti passano la maggior parte del tempo. Quindi sono i banner in quella sezione quelli più preziosi perché sono presumibilmente quelli più visti.

L’infografica di Charbeak che esemplifica i dati raccolti

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”