Studio Ambrosetti contro Report, la Gabanelli replica: “Eravamo regolamente accreditati”

(ANSA) Al Forum Ambrosetti, svoltosi dal 6 all’8 settembre scorsi a Cernobbio, Report ”era regolarmente accreditato” e ha realizzato ”interviste ai presenti” senza ”carpire le chiacchiere ai coffee break”. A precisarlo è Milena Gabanelli, anima del programma in onda su Rai3 dal 30 settembre, in replica allo studio Ambrosetti, che nei giorni scorsi – come anticipato da Panorama – ha diffidato la Rai dall’utilizzare conversazioni e materiali a suo giudizio ‘carpiti’ da Report con ‘telecamere nascoste’ e ‘microfoni direzionali’. Milena Gabanelli ”diffida lo studio Ambrosetti dalla diffusione di notizie false. Report – sottolinea la giornalista – era regolarmente accreditata al forum di Cernobbio, e la collega Giovanna Boursier ha svolto il suo lavoro di giornalista senza telecamere o microfoni nascosti, senza carpire le chiacchiere ai coffee break, ma realizzando interviste ai presenti, dopo essersi presentata con nome e cognome, nome della testata e microfono in mano, come si evincerà dalla messa in onda. Forse lo Studio Ambrosetti preferisce che i giornalisti vadano al forum per intrattenersi al buffet, fare salotto e ricevere dichiarazioni. Noi – conclude Gabanelli – abbiamo preferito fare domande”. (ANSA, 19 settembre 2013)

Milena Gabanelli (foto Olycom)

Milena Gabanelli (foto Olycom)

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi