Il cdr di Repubblica proclama lo stato di agitazione, oggi l’assemblea dei giornalisti

(ANSA) Il Comitato di Redazione di Repubblica, al termine di un incontro con l’azienda, ha proclamato lo stato di agitazione, ritenendo – si legge in una nota – “irricevibile” il piano di contenimento dei costi e l’intenzione del Gruppo L’Espresso di proclamare lo stato di crisi ex lege 416/81, che presupporrebbe l’uscita dal giornale di 81 colleghi nei prossimi due anni. Il cdr ha indetto un’assemblea di tutti i giornalisti di Repubblica per venerdì 20 settembre. (ANSA, 19 settembre 2013).

Monica Mondardini, ad del Gruppo Espresso (foto Olycom)

Monica Mondardini, ad del Gruppo Espresso (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Di Maio: L’editoria è sana e vitale, mantenuto il primato malgrado il Covid. La Farnesina sostiene il libro italiano nel mondo

Di Maio: L’editoria è sana e vitale, mantenuto il primato malgrado il Covid. La Farnesina sostiene il libro italiano nel mondo

Parapini (Rai per il Sociale): azienda ha ruolo guida nell’ascoltare le sofferenze del Paese e nel promuovere e comunicare risposte adeguate

Parapini (Rai per il Sociale): azienda ha ruolo guida nell’ascoltare le sofferenze del Paese e nel promuovere e comunicare risposte adeguate

Da decreto Sostegni bis 120 milioni i fondi per l’editoria. Più soldi e certezze per sgravi pubblicità, fissato budget anche per 2023

Da decreto Sostegni bis 120 milioni i fondi per l’editoria. Più soldi e certezze per sgravi pubblicità, fissato budget anche per 2023