Il New York Times ripristina la distribuzione dei dividendi agli azionisti

(MF-DJ) New York Times Co., editore dell’autorevole e omonimo quotidiano della Grande Mela, ripristinera’ il pagamento dei dividendi agli azionisti dopo quattro anni di sospensione grazie ai proventi ottenuti da alcune recenti dismissioni.

Il consiglio di amministrazione della casa editrice ha in particolare deliberato il versamento di un dividendo di quattro centesimi per azione ai possessori di azioni di Classe A e Classe B, con pagamento dal 24 ottobre prossimo. Il capitale dl New York Times e’ suddiviso tra titoli di Classe A quotati a Wall Street e titoli di Classe B detenuti principalmente da membri della famiglia Ochs-Sulzberger.   Attraverso la vendita di asset come il Boston Globe, la societa’ ha accumulato una cassa di quasi 1 miliardo di dollari,a fronte dei 694 milioni di debiti e altre obbligazioni.”La forza del nostro bilancio ha giustificato il ripristino del dividendo”, ha sottolineato l’amministratore delegato Mark Thompson, aggiungendo che l’azienda terra’ un “atteggiamento prudente” sulla situazione patrimoniale e il flusso di cassa a causa della continua volatilita’ dei mercati pubblicitari e delle necessita’ legate alla strategia di ricerca di nuove opportunita’ di crescita.  Thompson, diventato amministratore delegato del New York Times lo scorso anno, ha dovuto affrontare da allora forti pressioni da parte degli azionisti per ripristinare la distribuzione dei dividendi sospesa nel 2009.

MF-DJ 20 settembre

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cdp scommette sul turismo. Nasce un fondo per sostegno e rilancio del settore con investimenti fino a 2 miliardi

Cdp scommette sul turismo. Nasce un fondo per sostegno e rilancio del settore con investimenti fino a 2 miliardi

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast