A un anno dalla nascita, anche Pinterest si apre ai contenuti sponsorizzati

Ben Silbermann parla di Pinterest come se fosse suo figlio. Il social network, che ha fondato poco più di un anno, fa sta crescendo, scrive sul suo blog.

Per Silbermann è importante che il sito continui a vivere e, per farlo, deve iniziare a monetizzare. Così ha deciso di iniziare a sperimentare pin (il nome dei micropost sul social network) dal contenuto promozionale.

Sul suo blog rassicura gli iscritti: non ci saranno banner fastidiosi o pop-up; i contenuti sponsorizzati saranno immediatamente riconoscibili come tali; i pin pubblicitari saranno in linea con i gusti dell’utente e un’area feedback permetterà di migliorarli.

Per ora i contenuti pubblicitari sono attivi in via sperimentale su alcune ricerche. Un esempio: se si cerca “halloween” potrebbe apparire un travestimento da Darth Vader che, per ora, non è acquistabile.

La sperimentazione di Pinterest: uno dei costumi di Halloween che appare nelle ricerche del social netowrk

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez