I giornalisti premiano Google, Google premia i giornalisti

Scambio di cortesie (sotto la tangibile forma di premi in denaro) tra i giornalisti italiani e Google. La giuria del premio È giornalismo – fondato nel 1995 da Giorgio Bocca, Enzo Biagi, Indro Montanelli e dall’imprenditore vinicolo Giancarlo Aneri – ha deciso quest’anno di premiare l’economista statunitense Hal Varian, chief economist di Google, autore di diversi libri sulla microeconomia e l’economia dell’informazione, oltre che collaboratore del New York Times e del Wall Street Journal.

Hal Varian, chief economist di Google

Nella motivazione del premio si sottolinea il “ruolo che il motore di ricerca per Internet ha assunto nel panorama mondiale e in particolare nell’informazione, di cui è ormai strumento indispensabile”.

Varian ha deciso di rinunciare al premio in denaro e ha chiesto alla giuria – composta da Giulio Anselmi, Mario Calabresi, Curzio Maltese, Paolo Mieli, Gianni Riotta, Gian Antonio Stella e Giancarlo Aneri – di individuare persone che si siano distinte nel giornalismo digitale in Italia a cui devolvere i 15mila euro.

La giuria ha scelto due giornaliste: Anna Masera, social media editor di LaStampa.it, e Arianna Ciccone, fondatrice del Festival internazionale del giornalismo di Perugia e del blog Valigia Blu, dedicato all’informazione digitale.

Google ha voluto poi raddoppiare la posta in gioco, destinando altri 15mila euro alla costituzione di borse di studio per studenti di giornalismo. E in questo caso la scelta è caduta sulla scuola di giornalismo Walter Tobagi dell’Università Statale di Milano.

“Desideriamo offrire un contributo per formare giornalisti capaci di sperimentare e innovare, che mettano la qualita del contenuto e il lettore al centro della loro attività, sfruttando il potenziale offerto dai mezzi digitali”, ha dichiarato Simona Panseri, direttore comunicazione e public affairs di Google in Italia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Giovanni Ciarlariello via da Sky Italia. Lascia l’incarico di chief media, digital and data officer

Giovanni Ciarlariello via da Sky Italia. Lascia l’incarico di chief media, digital and data officer

Rete unica, Vestager: importante è indipendenza del gestore. Valutare se ci sono legami con venditori al dettaglio

Rete unica, Vestager: importante è indipendenza del gestore. Valutare se ci sono legami con venditori al dettaglio

5g, l’Ue ai governi: banda larga fondamentale. Lanciare le reti entro marzo 2021

5g, l’Ue ai governi: banda larga fondamentale. Lanciare le reti entro marzo 2021