Fabrizio D’Angelo, chairman di Fipp, l’associazione mondiale dei periodici

Il 26 settembre 2013 Fabrizio D’Angelo, ceo di Burda International, dove gestisce le operazioni del gruppo editoriale nell’Europa orientale, UK, Francia, Asia e Turchia e  la crescita congiunta del portfolio cartaceo e degli asset digitali, è stato nominato chairman di FIPP, l’associazione mondiale dei media periodici, di cui era già membro del Consiglio direttivo dal 2005. D’Angelo – che  succede  a David Hill, presidente della  casa editrice statunitense, IDG Communications –  ha iniziato ha lavorare in editoria in Germania al Verlagsgruppe Milchstrasse.  Nel 1998 entra in De Agostini come  marketing manager del settore fascicoli occupandosi del mercato italiano, greco, ungherese e mediorientale. Dopo tre anni  viene nomitato  responsabile della attività internazionali dei periodici del    Gruppo Mondadori e Deputy Chairman of Attica Media SRB in Serbia. Nel   2009  ritorna in Germania   ingaggiato da Burda.

Fabrizio D'Angelo

Fabrizio D’Angelo, ceo Burda International

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Alla Rai i diritti esclusivi multipiattaforma dei Mondiali 2022 in Qatar. Salini: prima volta in un periodo altamente strategico per i media

Alla Rai i diritti esclusivi multipiattaforma dei Mondiali 2022 in Qatar. Salini: prima volta in un periodo altamente strategico per i media

“Quarta promozione in 3 anni per Mazzola con l’amministratore Rai voluto da MsS”. Anzaldi scatenato. Rai risponde col medagliere della giornalista

“Quarta promozione in 3 anni per Mazzola con l’amministratore Rai voluto da MsS”. Anzaldi scatenato. Rai risponde col medagliere della giornalista

Sky incontra i sindacati. Piano 2021-2024: 2.500-3.000 uscite su 11mila addetti; no licenziamenti ma accordi consensuali

Sky incontra i sindacati. Piano 2021-2024: 2.500-3.000 uscite su 11mila addetti; no licenziamenti ma accordi consensuali