Apple batte Coca Cola come marchio migliore del mondo

(AGI/AFP) La Apple batte la Coca-cola come marchio migliore del mondo: lo annuncia un sondaggio della societa’ di consulenze mondiale Interbrand.

La Coca-cola era in testa da 13 anni, ma nel 2013 e’ scesa di due punti, sconfitta anche da Google, che ha conquistato il secondo posto. La Apple, con i suoi iPhone e iPad, e’ stata nella lista fin dalla sua nascita, iniziando al 36esimo posto nel 2000, e ha lentamente scalato la classifica.

“Ogni tanto una compagnia cambia le nostre vite”, ha spiegato Jez Frampton, il dirigente esecutivo della Interbrand, “non solo con i suoi prodotti, ma con il suo modo di essere”.

La Interbrand ha pero’ avvertito la Apple di tenere sotto controllo la Samsung, attualmente al nono posto, che negli ultimi tempi e’ diventata una esperta concorrente in fatto di smartphone. “La Apple dovra’ rallentare il successo della rivale Samsung nel mercato dei cellulari e non perdere mai di vista cio’ che la rende migliore: ‘Think different’, ha spiegato la Interbrand, citando il famoso slogan della Apple.

Secondo i dati diffusi dalla societa’ di consulenza, il marchio Apple nel 2013 vale 72,60 miliardi di euro, il 28 per cento in piu’ dell’anno scorso, mentre Google ne vale 68,90. Nella top five ci sono anche la Ibm e la Microsoft, entrambe colossi dell’informatica. (Agi, 30 settembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Rai, la riforma torna al centro della politica. Il sottosegretario Martella: è il momento di affrontare il tema

Rai, la riforma torna al centro della politica. Il sottosegretario Martella: è il momento di affrontare il tema

Giletti: domenica al via ‘Non è l’Arena’. Nel futuro non escludo la politica; sono finito sotto scorta, ma ringrazio Cairo

Giletti: domenica al via ‘Non è l’Arena’. Nel futuro non escludo la politica; sono finito sotto scorta, ma ringrazio Cairo

Atlantia avvia il processo di dismissione della partecipazione in Autostrade

Atlantia avvia il processo di dismissione della partecipazione in Autostrade