Eurispes indaga sulle babygang. Da una ricerca, 2 adolescenti su 10 visitano siti web violenti

(AGI) Due adolescenti su 10 visitano siti internet violenti. E’uno dei dati che emerge dall’indagine sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia, realizzata da Eurispes e dal Telefono Azzurro.

Fra i ragazzi che usano giornalmente internet il 19,3% ammette di aver visitato siti che incitano alla violenza, il 12,1% siti che incitano a commettere un reato e il 13,1% siti che invitano all’odio contro gli stranieri. Dalla ricerca risulta anche che solo il 4,3% degli adolescenti non usa internet. Il 23,4% degli intervistati naviga per un ora al giorno, il 32,2% da una a due ore, un 22,8% da due a quattro ore e il 16,2% oltre le quattro ore.

“Il caso della babygang che ha terrorizzato alcuni quartieri di Milano – scrive Eurispes in una nota – e’ solo l’ultimo episodio di una lunga serie che, sempre piu’ spesso, vede protagonisti, nella duplice veste di vittime e carnefici, dei minorenni. Anche in questo caso i componenti della banda erano avvezzi a utilizzare il computer e in particolare Facebook, dove ‘postavano’ commenti sui loro raid”. (Agi, 30 settembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Da domenica in America stop a TikTok e We Chat: la Cina usa app per minacciare la sicurezza nazionale

Da domenica in America stop a TikTok e We Chat: la Cina usa app per minacciare la sicurezza nazionale

Serie A, anche il Parma diventa americano: a Krause Group il 90% del club

Serie A, anche il Parma diventa americano: a Krause Group il 90% del club

Papa Francesco: informazione di qualità aiuta a capire sfide e problemi. I media portino fiducia e speranza

Papa Francesco: informazione di qualità aiuta a capire sfide e problemi. I media portino fiducia e speranza