Eurispes indaga sulle babygang. Da una ricerca, 2 adolescenti su 10 visitano siti web violenti

(AGI) Due adolescenti su 10 visitano siti internet violenti. E’uno dei dati che emerge dall’indagine sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia, realizzata da Eurispes e dal Telefono Azzurro.

Fra i ragazzi che usano giornalmente internet il 19,3% ammette di aver visitato siti che incitano alla violenza, il 12,1% siti che incitano a commettere un reato e il 13,1% siti che invitano all’odio contro gli stranieri. Dalla ricerca risulta anche che solo il 4,3% degli adolescenti non usa internet. Il 23,4% degli intervistati naviga per un ora al giorno, il 32,2% da una a due ore, un 22,8% da due a quattro ore e il 16,2% oltre le quattro ore.

“Il caso della babygang che ha terrorizzato alcuni quartieri di Milano – scrive Eurispes in una nota – e’ solo l’ultimo episodio di una lunga serie che, sempre piu’ spesso, vede protagonisti, nella duplice veste di vittime e carnefici, dei minorenni. Anche in questo caso i componenti della banda erano avvezzi a utilizzare il computer e in particolare Facebook, dove ‘postavano’ commenti sui loro raid”. (Agi, 30 settembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Black Friday, boom di tentativi di truffa su web e social. I consigli Codacons per evitarle

Black Friday, boom di tentativi di truffa su web e social. I consigli Codacons per evitarle

Cinema e audiovisivo: via al tavolo Mibact per il rilancio del settore dopo l’emergenza Covid

Cinema e audiovisivo: via al tavolo Mibact per il rilancio del settore dopo l’emergenza Covid

‘Roba da paesi comunisti’. Trump attacca i social e chiede (di nuovo) lo stop a immunità per le big tech

‘Roba da paesi comunisti’. Trump attacca i social e chiede (di nuovo) lo stop a immunità per le big tech