Il commissario europeo antitrust sollecita Google ad adottare regole più stringenti

(MF-DJ)Un accordo vincolante che impegni Google a rispettare regole piu’ stringenti per quanto riguarda l’indicizzazione dei risultati delle ricerche effettuate tramite il suo sito rappresenta la migliore soluzione possibile.

Lo ha dichiarato il commissario europeo antitrust, Joaquin Almunia, nel corso di un evento organizzato presso il parlamento europeo, sottolineando di aver sollecitato la societa’ californiana “a migliorare significativamente le sue proposte”. Lo stesso commissario ha fatto presente che “Google ha decisamente migliorato la proposta, tanto che e’ lecito affermare che le nuove misure affrontano in maniera piu’ efficace la nostra richiesta di intervento”.

Tuttavia, ha ammonito Almunia, le sue “pratiche per la ricerca” dei contenuti possono ancora rappresentare un danno per i consumatori.

Google e’ impegnata in prolungate trattative con la commissione volte a porre fine a una indagine antitrust che ormai dura da oltre tre anni e che rischia di concludersi con una multa multi-miliardaria ai danni della societa’ in mancanza di un accordo con le autorita’ di controllo.

(Dow Jones, 1 ottobre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Malagò confermato presidente Coni 2021-2024: ultimo mandato, non mi risparmierò. Gravina (Figc), contento che calcio torni in giunta

Malagò confermato presidente Coni 2021-2024: ultimo mandato, non mi risparmierò. Gravina (Figc), contento che calcio torni in giunta

TOP SQUADRE DI CALCIO SOCIAL, best post e paid post. Nel mese della Superleague, Juve in trend calante, Inter supera il Milan (domina paid post)

TOP SQUADRE DI CALCIO SOCIAL, best post e paid post. Nel mese della Superleague, Juve in trend calante, Inter supera il Milan (domina paid post)

Eurispes 2021: interazione dinamica e continua sui social media può causare ansia e depressione negli adolescenti

Eurispes 2021: interazione dinamica e continua sui social media può causare ansia e depressione negli adolescenti