L’informazione Mediaset al Bolognese

Nessuna chiamata alle armi in vista di possibili elezioni anticipate, ma uno scambio di idee sull’attualità compresa quella politica, come più o meno regolarmente accade due volte al mese.
E il 30 settembre, intorno alle 13,30 al Bolognese di Milano, come già quindi giorni fa al Baretto, i direttori delle testate Mediaset hanno pranzato insieme a Fedele Confalonieri, presidente e nume tutelare dell’informazione del gruppo televisivo. Assenti: Mauro Crippa, direttore Informazione Mediaset con la famiglia in Spagna, e il direttore del Tg5 Clemente Mimun di stanza a Roma.
Al Bolognese c’era anche Marina Berlusconi, ma seduta a un tavolo diverso.
Da quanto è emerso, tra i responsabili giornalistici di Mediaset non c’è unanimità di vedute sui possibili esiti dell’aggrovigliata situazione politica, anche se prevale l’idea che non si vada alle urne entro novembre.

Fedele Confalonieri (foto Olycom)

Fedele Confalonieri (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria, dal Mibact 22 milioni di euro per imprese specializzate in arte e turismo

Editoria, dal Mibact 22 milioni di euro per imprese specializzate in arte e turismo

Violenza sulle donne, appello delle deputate Pd all’Ordine dei giornalisti: cambiare il linguaggio per combatterla

Violenza sulle donne, appello delle deputate Pd all’Ordine dei giornalisti: cambiare il linguaggio per combatterla

Giornalisti, il 73% ha riscontrato casi di disinformazione. Agcom: professione invecchiata, precarizzata e sempre più ibridizzata – DOCUMENTO

Giornalisti, il 73% ha riscontrato casi di disinformazione. Agcom: professione invecchiata, precarizzata e sempre più ibridizzata – DOCUMENTO