Andrea Occhipinti di Lucky Red è il nuovo presidente dei distributori Anica al posto di Richard Borg

(ANSA) Andrea Occhipinti è il nuovo presidente della Sezione Distributori Anica. Lo ha eletto questa mattina all’unanimità l’Assemblea della Sezione che, nel contempo, ha ringraziato il presidente uscente Richard Borg per il suo operato. Occhipinti, Amministratore Unico di Lucky Red, resterà in carica per tre anni. ”La battaglia principale della Sezione Distributori e dell’Anica deve essere quella contro la pirateria”, ha dichiarato il neo presidente nel ringraziare l’Assemblea e il presidente uscente per la fiducia accordata. ”In questi ultimi anni gli spettatori sono diminuiti, si sono venduti meno dvd, si sono ridotti i proventi dalle televisioni pay e free, si sono persi posti di lavoro e si sono ridotte di conseguenza le entrate tributarie per lo Stato. Solo la pirateria è in costante crescita. Aumentano gli utenti, lo scarico pirata di film, il volume di affari illegale legato a questa attività”. Lo sviluppo di piattaforme legali per la fruizione di cinema online, la completa transizione al digitale del mercato sala e la promozione del cinema attraverso eventi ad hoc come la Festa del Cinema sono gli altri temi del programma di Occhipinti per il suo mandato triennale. (ANSA, 3 ottobre 2013)

Andrea Occhipinti (foto Olycom)

Andrea Occhipinti (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cdp scommette sul turismo. Nasce un fondo per sostegno e rilancio del settore con investimenti fino a 2 miliardi

Cdp scommette sul turismo. Nasce un fondo per sostegno e rilancio del settore con investimenti fino a 2 miliardi

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Cento milioni di persone pagheranno per le news online entro il 2030. La previsione di Kopit Levien: al New York Times un quarto del mercato

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast

Dall’audio al video. Spotify sigla accordi per realizzare film basati sui podcast