Articolo 21: con Carlo Lizzani tante battaglie contro la censura

(TMNews) “La morte di Carlo Lizzani, nei modi e nelle forme, ricorda quella di Mario Monicelli, un altro grande maestro del cinema italiano. A lui dobbiamo non solo opere come “Achtung Banditi”, “San Babila ore 20”, “Banditi a Milano”, “Hotel Meina”, ma anche una infaticabile attività di organizzatore culturale, di promotore di eventi, di animatore delle principali battaglie democratiche e civili condotte dal cinema italiano e dalle sue prestigiose associazioni, a cominciare dall’Anac, della quale fu appassionato e combattivo dirigente”. Lo afferma Articolo 21 in un comunicato.

Il regista Carlo Lizzani

“Fu sempre Lizzani a contribuire al rilancio e alla ricostruzione della mostra internazionale del cinema di Venezia.
Oltre ad essere un maestro del cinema italiano, è stato anche un cittadino che si è battuto per liberare l’Italia dai nazifascisti e ha sempre portato nel cuore e nella mente la Costituzione.
Articolo 21, che lo ha avuto accanto in tutte la battaglie contro bavagli e censure, si augura che le tv italiane, a partire dalla Rai, vogliono ricordalo attraverso la trasmissione delle sue opere più apprezzate”, conclude la nota.

7 ottobre 2013

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il New York Times online compie 25 anni. L’edizione digitale del quotidiano fu lanciata il 22 gennaio 1996

Il New York Times online compie 25 anni. L’edizione digitale del quotidiano fu lanciata il 22 gennaio 1996

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL 2020 e post più popolari. Che tempo che fa domina l’anno, inseguono Amici, GF e Iene

TOP PROGRAMMI TV SUI SOCIAL 2020 e post più popolari. Che tempo che fa domina l’anno, inseguono Amici, GF e Iene

UE, Von der Leyen: il potere dei big digitali va limitato democraticamente; libertà d’espressione regolata dalla legge non da manager

UE, Von der Leyen: il potere dei big digitali va limitato democraticamente; libertà d’espressione regolata dalla legge non da manager