Giornale Usa manda i redattori a lavorare da McDonald’s e Starbucks

Gli Starbucks e i McDonald’s saranno presto le nuove redazioni di una ventina di cronisti dell’Arizona Republic. Secondo quanto riporta il sito italiano Lsdi, il giornale diffuso a Mesa, Scottsdale e Phoenix avrebbe infatti dotato i suoi redattori di computer portatili trasformandoli in ‘reporter mobili’, senza una postazione di lavoro in sede. Una decisione dettata probabilmente dall’esigenza di risparmiare evitando nuovi tagli al personale dopo il licenziamento di 30 giornalisti avvenuto lo scorso agosto. La cosa curiosa, però, è che secondo Bizjournals.com la direzione avrebbe suggerito ai cronisti di non lavorare da casa ma di farlo seduti a un tavolo di Starbucks o di McDonald’s sfruttando il servizio gratuito di connessione wi-fi, in modo da stare sulla ‘piazza’ il più possibile.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Black Friday, boom di tentativi di truffa su web e social. I consigli Codacons per evitarle

Black Friday, boom di tentativi di truffa su web e social. I consigli Codacons per evitarle

Cinema e audiovisivo: via al tavolo Mibact per il rilancio del settore dopo l’emergenza Covid

Cinema e audiovisivo: via al tavolo Mibact per il rilancio del settore dopo l’emergenza Covid

‘Roba da paesi comunisti’. Trump attacca i social e chiede (di nuovo) lo stop a immunità per le big tech

‘Roba da paesi comunisti’. Trump attacca i social e chiede (di nuovo) lo stop a immunità per le big tech