Troppe tasse nel Regno Unito: Richard Branson esilia nel suo atollo privato

Richard Branson, uno dei più ricchi imprenditori del Regno Unito e attivo in vari settori come linee aeree, musica, fitness, tecnologie e auto, ha deciso di esiliare a Necker Islands, atollo di sua proprietà nel paradiso fiscale delle British Virgin Islands. La notizia è stata riportata dal Sunday Times, che precisa come Branson sia stanco di pagare le tasse nel Regno Unito.

Branson ha venduto la sua casa di Holland Park a Londra e la tenuta di Oxfordshire per trasferirsi a Necker Islands, sotto la protezione dello scudo antifisco. Proprio lui, qualche mese fa, aveva contestato la revisione fiscale per i più ricchi proposta dal cancelliere dello scacchiere George Osborne, sostenendo che  “Osborne farebbe male a intraprendere questa strada, perchè farebbe male a ridurre le tasse dei ricchi”. A quanto pare, Bronson ha cambiato idea.

Leggi l’articolo del Sunday Times sull’esilio di Richard Branson(a pagamento)

Richard Branson (foto da Thesundaytimes.co.uk)

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Editoria: Franceschini: continuare a investire per avvicinare alla lettura; alla fine della pandemia avremo una stagione diversa e anche migliore

Editoria: Franceschini: continuare a investire per avvicinare alla lettura; alla fine della pandemia avremo una stagione diversa e anche migliore

Papa ai giovani: diffondete via social la parola di Dio e coinvolgete sul web i coetanei nella cura del Pianeta

Papa ai giovani: diffondete via social la parola di Dio e coinvolgete sul web i coetanei nella cura del Pianeta

Il Salone del Mobile di Milano si farà a settembre. Fondazione Fiera: segnale di ottimismo, settore vuole ripartire completamente

Il Salone del Mobile di Milano si farà a settembre. Fondazione Fiera: segnale di ottimismo, settore vuole ripartire completamente