LinkedIn pubblica la classifica delle aziende più ambite dai lavoratori: Google e Apple ai primi posti

LinkedIn pubblica per il secondo anno consecutivo la classifica delle aziende più ambite dai lavoratori in tutto il mondo, stilata sulla base delle interazioni (circa 25 miliardi) tra i 238 milioni di utenti presenti sul social network. In vetta si posizionano al primo posto Google e al secondo Apple, seguite dalla multinazionale alimentare Unilever; nella top ten anche Facebook, Amazon e Microsoft. I settori maggiormente rappresentati nella classifica sono retail & consumer products, oil and energy e technology-software. Tra le top 100 anche due aziende italiane: Saipem alla posizione 95 e Eni, centesima.

– Le prime dieci aziende al mondo nel 2013 sono:

1. Google

2. Apple

3. Unilever

4. Procter & Gamble

5. Microsoft

6. Facebook

7. Amazon

8. PepsiCo

9. Shell

10. McKinsey & Company

 

– I tre settori maggiormente rappresentati nella top 100 sono:

1. Retail & Consumer Products

2. Oil & Energy

3. Technology, Software

 

– Le 5 aziende più grandi (per numero di impiegati*) presenti nella top 100 sono:

1. IBM

2. HP

3. Accenture

4. Deloitte

5. GE

 

– Le 5 aziende più piccole (per numero di impiegati*) presenti nella top 100 sono:

1. Spotify

2. Tesla Motors

3. Razorfish

4. Netflix

5. Virgin Atlantic Airways

 

Scarica la ricerca sulle aziende più ambite dai lavoratori da LinkedIn

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Vaccarono via da Google per diventare ceo e dg di Multiversity con e per CVC

Vaccarono via da Google per diventare ceo e dg di Multiversity con e per CVC

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Musk: Tesla vicina al fallimento 7 volte ed è stato difficile trovare investitori, ma ora andiamo bene

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo

Colao: Innovazione è fondamentale, ce la faremo ma bisogna semplificare. Il Pnrr è debito, serve un lavoro di lungo periodo