Spiato anche il cellulare di Angela Merkel? Ecco cosa scrive la stampa tedesca

(ANSA) La stampa tedesca si occupa oggi del caso del presunto spionaggio del cellulare della cancelliera Angela Merkel, criticando l’accaduto, ma senza eccedere. E data l’ora in cui la notizia e’ piombata nelle redazioni non tutti i giornali, che in Germania chiudono presto, sono riusciti a metterla in pagina. “Il cellulare della Merkel spiato?”, titola in prima la Bild con una foto della cancelliera, nota maniaca del telefonino mentre digita un sms. Altra foto all’interno con la precisazione che la cancelliera ha chiamato il presidente Obama per protestare. Anche la Sueddeutsche ne parla in prima senza tralasciare nel titolo l’aggettivo “presunta” riferendosi all’intercettazione. “Per i servizi segreti tedeschi vale la regola che gli stati amici, come gli Usa, non si spiano. Quelli americani – scrive – hanno evidentemente meno scrupoli”. Critiche piovono dal quotidiano berlinese liberal, Tagesspiegel, che definisce “mostruosa” la sorveglianza praticata dagli Usa sui propri cittadini e su quelli di paesi stranieri. Washington si e’ comportata in modo “offensivo” e la Merkel e’ “stata presa in giro”. Per l’edizione online del quotidiano conservatore Die Welt, del gruppo Springer che fa dell’amicizia con gli Usa il suo credo fondamentale, gli Stati Uniti hanno tradito il loro alleato: la cancelliera, spiega, “si era mostrata accomodante” evitando di gonfiare all’inizio il datagate e sottolineando che la Germania ha bisogno della cooperazione con gli americani per prevenire atti di terrorismo. (ANSA, 24 ottobre 2013)

Angela Merkel (foto Olycom)

Angela Merkel (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sport, Spadafora: una leva per il rilancio del paese. Nel testo unico di riforma definito sistema di governance

Sport, Spadafora: una leva per il rilancio del paese. Nel testo unico di riforma definito sistema di governance

Trump-Biden, il ‘Super Bowl della politica’ (e del giornalismo): niente strette di mano e mascherine. Ecco come si svolge il duello tv

Trump-Biden, il ‘Super Bowl della politica’ (e del giornalismo): niente strette di mano e mascherine. Ecco come si svolge il duello tv

Editoria, Cairo ottimista: con Covid il settore ha retto; nel 2021 ripresa graduale per la pubblicità. Per i giornali modello Nyt

Editoria, Cairo ottimista: con Covid il settore ha retto; nel 2021 ripresa graduale per la pubblicità. Per i giornali modello Nyt