L’Ue concede quattro settimane di tempo ai rivali di Google per valutare proposte antitrust

(MF-DJ) L’Unione Europea sta concedendo ai rivali di Google quattro settimane di tempo per valutare le recenti proposte avanzate dal motore di ricerca per archiviare il caso antitrust che lo vede protagonista da circa tre anni. Lo hanno reso noto alcuni funzionari dell’Ue.

Tra i rimedi proposti in risposta ai timori sull’uso irregolare del motore di ricerca per pubblicizzare i propri servizi, la modifica dei criteri di indicizzazione e delle tariffe pagate dai concorrenti per comparire nei risultati.

“L’obbiettivo e’ quello di assicurare che i rivali abbiano visibilita’ sullo schermo”, ha precisato un funzionario dell’Unione Europea. “Abbiamo apportato delle modifiche significative per rispondere ai timori della Commissione Europea, aumentando la visibilita’ dei nostri concorrenti e concentrandoci su altre questioni specifiche”, ha sottolineato Google. “Sfortunatamente i nostri rivali sembrano meno interessati a risolvere il problema che a trascinarci in una contesa senza fine”, ha aggiunto il motore di ricerca.

MF-DJ 28 ottobre

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Colao: porteremo la banda ultralarga a tutti, lo faremo con gare e sussidi; prima gli interessi dei cittadini

Colao: porteremo la banda ultralarga a tutti, lo faremo con gare e sussidi; prima gli interessi dei cittadini

<strong> 5 maggio </strong> Bova cresce e vince, boom Sciarelli che batte Angela

5 maggio Bova cresce e vince, boom Sciarelli che batte Angela

Massimo Sarmi è il nuovo presidente Asstel, associazione confindustriale che rappresenta la filiera delle telecomunicazioni

Massimo Sarmi è il nuovo presidente Asstel, associazione confindustriale che rappresenta la filiera delle telecomunicazioni