Dal 2014 il sito del ‘New York Times’ cambia faccia: un approccio pulito e orientato alla multimedialità (FOTOGALLERY)

Per il 2014 sono attese molte innovazioni al ‘New York Times’. Tra queste c’è il nuovo sito web, che è possibile vedere in anteprima dal 28 ottobre. Il prototipo diventerà la versione definitiva di nytimes.com dall’inizio dell’anno prossimo.

Non ci sono grandi stravolgimenti nel design, osserva Justin Ellis su Nieman Lab ma, a uno sguardo più attento, si può notare un diverso approccio ai contenuti: c’è un nuovo design dei font e un nuovo sistema di navigazione, per meglio adattarsi ai dispositivi mobili.

Le aree relative ai consigli di lettura, come ‘Recommended for you’e ‘Most emailed’ hanno più rilievo. L’impaginazione degli articoli è pensata per ospitare contenuti multimediali, come gallery, video ed elementi interattivi.

Fino al lancio definitivo, il sito sarà visibile solo dallo staff del Nyt e da chi ne fa richiesta inserendo il proprio indirizzo email a questo indirizzo (a piè di pagina).

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Sospeso il progetto di fusione Audiweb e Audipress; stop ad Audicomm

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Malagò (Coni): con calcio il nostro mondo è più forte, serve totale sintonia. Mio programma per le elezioni? Lo presenterò il 13 maggio

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez

Annunziata: Rai è un editore, ma un editore pubblico e rappresenta lo Stato; innegabile l’incidente nel caso Fedez