La Corte russa chiude un’agenzia di stampa per ‘parole oscene’. Unione giornalisti di Mosca: “Rischia di essere un pericoloso precedente”

(TMNews) La Corte di Mosca ha annullato il certificato di registrazione dell’agenzia di stampa Rosbalt su richiesta dell’Authority per le telecomunicazioni e i mass media Roscomnadzor che aveva chiesto una tale misura, accusando Rosbalt di pubblicare ripetutamente notizie contenenti linguaggio osceno (articolo 16 della legge russa sui media) .

Il presidente della commissione per il sostegno dei mezzi di comunicazione alla Camera pubblica russa, Pavel Gusev, in precedenza ha chiesto al Roscomnadzor di annullare la querela.
Gusev, a capo dell’Unione dei Giornalisti di Mosca e anche direttore del giornale Moskovsky Komsomolets , ha detto che teme che la decisione del tribunale possa costituire un pericoloso precedente. (TMNews, 31 ottobre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La tv pubblica greca si rifà il look. Ispirandosi ai loghi Rai

La tv pubblica greca si rifà il look. Ispirandosi ai loghi Rai

Calcio in tv. Vertice tra Milan, Inter e Juventus su fondi di private equity nella media company della Lega

Calcio in tv. Vertice tra Milan, Inter e Juventus su fondi di private equity nella media company della Lega

Pronto al debutto il progetto Green&Blue, su internet e carta, per tutti i quotidiani Gedi

Pronto al debutto il progetto Green&Blue, su internet e carta, per tutti i quotidiani Gedi