Due giornalisti di Rfi rapiti e uccisi dai terroristi

(TM NEWS/AFP) I due giornalisti francesi di Radio France internationale (RFI), rapiti e uccisi sabato nel nord del Mali, sono stati “assassinati a sangue freddo” a colpi d’arma da fuoco da “terroristi”, secondo Parigi.

I corpi dei due giornalisti, Ghislaine Dupont, 57 anni, e Claude Verlon, 58 anni, sono stati riportati da Kidal, la città dove erano stati uccisi, da un aereo dell’esercito francese fino a Bamako. Il rimpatrio in Francia è previsto per oggi.

Ghislaine Dupont e Claude Verlon “sono stati assassinati a sangue freddo. L’uno ha ricevuto due pallottolle, l’altro tre”, ha dichiarato ieri il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius, al termine di una riunione di crisi all’Eliseo. I due giornalisti sono stati rapiti da un “piccolo commando” davanti all’abitazione di un capo tuareg che avevano appena intervistato.

TM NEWS/AFP 2 novembre

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio.  Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

ITsArt , la ‘Netflix della cultura’, sulla rampa di lancio. Sarà una “piattaforma di distribuzione aperta”

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Su diritti tv Lega Serie A rimanda alla prossima assemblea (verranno fatte “disamine tecniche e giuridiche”)

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”

Rai, Salini fa causa a Striscia. “Diritto di satira è inviolabile, ma c’è un limite quando si appoggia su notizie non veritiere”