Due giornalisti di Rfi rapiti e uccisi dai terroristi

(TM NEWS/AFP) I due giornalisti francesi di Radio France internationale (RFI), rapiti e uccisi sabato nel nord del Mali, sono stati “assassinati a sangue freddo” a colpi d’arma da fuoco da “terroristi”, secondo Parigi.

I corpi dei due giornalisti, Ghislaine Dupont, 57 anni, e Claude Verlon, 58 anni, sono stati riportati da Kidal, la città dove erano stati uccisi, da un aereo dell’esercito francese fino a Bamako. Il rimpatrio in Francia è previsto per oggi.

Ghislaine Dupont e Claude Verlon “sono stati assassinati a sangue freddo. L’uno ha ricevuto due pallottolle, l’altro tre”, ha dichiarato ieri il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius, al termine di una riunione di crisi all’Eliseo. I due giornalisti sono stati rapiti da un “piccolo commando” davanti all’abitazione di un capo tuareg che avevano appena intervistato.

TM NEWS/AFP 2 novembre

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Gubitosi (Tim): sbagliato ritardare chiusura digital divide; limitata propensione a nuovi strumenti tecnologici potrebbe causare esclusione sociale

Gubitosi (Tim): sbagliato ritardare chiusura digital divide; limitata propensione a nuovi strumenti tecnologici potrebbe causare esclusione sociale

Nella TOP 100 mondiale aziende lusso il 22% è italiano. Deloitte: business luxury cresciuto di 15 mld dollari, vendite +12,8% – DOCUMENTO

Nella TOP 100 mondiale aziende lusso il 22% è italiano. Deloitte: business luxury cresciuto di 15 mld dollari, vendite +12,8% – DOCUMENTO

Calcio e Covid. Inter propone tetto ai salari dei calciatori per far sopravvivere il sistema. Stipendi incidono per l’80% del fatturato dei club

Calcio e Covid. Inter propone tetto ai salari dei calciatori per far sopravvivere il sistema. Stipendi incidono per l’80% del fatturato dei club