Google lancia Helpouts, una video-chat per mettersi in contatto con gli esperti

(ANSA) Dalla moda alla medicina passando per tecnologia, cucina, giardinaggio e fitness: Google Helpouts, la nuova piattaforma di Big G, punta a mettere gli internauti alle prese con dubbi di varia natura e problemi da risolvere in contatto con gli esperti più indicati. Si tratta di un servizio online di video-chat, in tempo reale, con ”tutor” che offrono consigli e dritte dall’altra parte dello schermo (gratis o a pagamento). Si basa su Hangouts, sistema di video-chat del social network Google+. Sul sito si sceglie il proprio consulente in base alle qualifiche, al prezzo, alla disponibilità di orario e alle recensioni di altri utenti. Si può ricevere aiuto da privati o da vere e proprie aziende – circa mille quelle contattate da Google – come Sephora o One Medical. I pagamenti – Google trattiene il 20% – avvengono con Google Wallet. L’idea, spiega il colosso di Mountain View sul suo blog, è quella di connettere gli utenti della rete, bisogna essere iscritti a Google+, con persone che possano aiutarli con problemi o esigenze. Dal tecnico di computer all’insegnante di yoga, oppure l’esperto di cucina e perfino il medico. In caso di consulenza medica (per ora solo negli Usa) Google effettua controlli e richiede certificazioni per garantire le credenziali del fornitore di servizio. (ANSA, 5 novembre 2013)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE di Audiweb. A novembre Corriere della Sera ancora primo davanti a Repubblica. Terzo è il Fatto Quotidiano

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

Rivoluzione in Publicis: esce il ceo Bonori, fuori anche Cavalli e Baggi. Un triumvirato al comando

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”

L’Équipe in crisi: taglio giornalisti, chiusura magazine, France Football diventa mensile. “Puntiamo sul digitale ma ci vuole tempo”