I problemi di Twitter: poca crescita e alto tasso d’abbandono (INFOGRAFICA)

A poche ore dall’Ipo, Twitter deve confrontarsi con una ricerca che potrebbe causargli problemi. I dati raccolti da Reuters e Ipsos dimostrerebbero che il social network ha dei problemi, tra cui un alto tasso di abbandono.

Qualche settimana fa, Twitter ha svelato per la prima volta i suoi numeri. E gli esperti del settore non ne sono stati entusiasmati. Gli utenti non sembrano crescere abbastanza: da giugno a settembre 2013 sono aumentati solo del 6,1%, per un totale di 232 milioni di account. Per fare un confronto, Facebook ha rallentato solo a partire nel secondo quadrimestre 2011, dopo 5 anni di crescita a doppia cifra. E aveva già raggiunto mezzo miliardo di iscritti (oggi sono più di un miliardo). Ciò dimostra che Twitter ha un potenziale di crescita sensibilmente inferiore.

Dati Reuters/Ipsos sugli iscritti a Facebook e a Twitter

Da una elaborazione basata su dati Reuter/Ipsos e presentata da Statista emerge un altro problema: il 36% degli utenti si sono iscritti a Twitter solo per curiosità, lasciando inattivo l’account, mentre il 7% degli intervistati ha risposto di aver cancellato il proprio profilo per mancanza di interesse. I dati di Facebook sono ben diversi: l’88% degli utenti utilizza attivamente il social network, il 7% non ha un account attivo e solo il 5% ha poi cancellato l’account.

Statista conclude che la popolarità di Twitter è dovuta agli utenti più avvezzi alla tecnologia, ma non avrebbe l’appeal universale di Facebook.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

TOP 100 AUDIWEB WEEK 14-20 settembre. I femminili tra i brand che crescono di più; Leggo e Il Giornale tra i quotidiani

TOP 100 AUDIWEB WEEK 14-20 settembre. I femminili tra i brand che crescono di più; Leggo e Il Giornale tra i quotidiani

Sadoun ai dipendenti Publicis: “Torneremo in ufficio. Dallo smart working, abbiamo imparato tutto quello che c’era da imparare…”

Sadoun ai dipendenti Publicis: “Torneremo in ufficio. Dallo smart working, abbiamo imparato tutto quello che c’era da imparare…”

Comunicazione d’impresa strategica in tempi Coronavirus. Incletolli (Ascai): è vaccino “umano” contro epidemia

Comunicazione d’impresa strategica in tempi Coronavirus. Incletolli (Ascai): è vaccino “umano” contro epidemia